L'importanza dell'Evidenza Scientifica

Aggiornato il: feb 14

La medicina basata sull'evidenza scientifica o sulle prove di efficacia (Evidence Based Medicine, EBM) nasce con l'intento di rispondere ad un quesito clinico-terapeutico attraverso una valutazione critica dei risultati/informazioni reperibili dalla letteratura scientifica, utilizzando criteri espliciti e riproducibili.


Il processo decisionale del clinico infatti richiede l'aggiornamento e la conoscenza della migliore evidenza scientifica. Non tutti gli studi hanno lo stesso valore e non tutti i risultati possono essere automaticamente utilizzati per risolvere un determinato problema. L'analisi del singolo caso non è sufficientemente rappresentativa per fornire un resoconto accurato, ma sono necessari diversi studi, progettati e analizzati secondo determinati criteri. Comunque, la certezza scientifica deve essere integrata con l'esperienza clinica individuale, prendendo in considerazione i valori e le preferenze del paziente.


La "piramide dell'evidenza" è una rappresentazione grafica della gerarchia delle fonti, nata per favorire l’individuazione delle migliori evidenze scientifiche da parte dei clinici:

  • le revisioni sistematiche sono al vertice e si tratta sostanzialmente di "riassunti" rigorosi di tutti gli studi presenti, ecco perché rappresentano uno degli strumenti più forti in mano al clinico;

  • le sperimentazioni controllate randomizzate (RCT) rappresentano la forma più elementare della sperimentazione terapeutica, dove è prevista la formazione di due gruppi in cui l’assegnazione del paziente al trattamento da sperimentare oppure a quello di controllo è del tutto casuale;

  • gli studi di coorte sono studi osservazionali in cui viene effettuata un'analisi dei fattori di rischio, si segue un campione di persone prive di malattia e si utilizzano correlazioni per determinare il rischio assoluto per un soggetto di contrarre la patologia;

  • gli studi di esito, studi caso-controllo e le serie di case report, possono essere descrittivi o osservazionali in cui ad esempio viene descritto un caso tipico dettagliatamente riguardo segni e sintomi o risultati di laboratorio;

  • infine, nel gradino più basso (verde), ci sono le informazioni presenti nei libri “commerciali” e le opinioni degli addetti ai lavori.

Rebecca Anderson Nutrizionista Bologna Vegana Vegetariana Dieta Dimagrire

EBM Pyramid and EBM Page Generator, copyright 2006 Trustees of Dartmouth College and Yale University. All Rights Reserved.

Produced by Jan Glover, David Izzo, Karen Odato and Lei Wang.

Il primo che suggerì di sintetizzare e schematizzare gli esiti delle sperimentazioni in rassegne e trattati scientifici fu, agli inizi degli anni ’70, un medico epidemiologo scozzese di nome Archibald Cochrane. Così è nato un network internazionale con l’obiettivo di preparare, aggiornare e disseminare revisioni sistematiche degli studi clinici controllati sugli effetti dell’assistenza sanitaria e, laddove non fossero disponibili studi clinici controllati, revisioni sistematiche delle evidenze comunque esistenti.

Progressivamente, i membri dell’Evidence-Based Medicine Working Group hanno incorporato e modificato i criteri per graduare, in relazione ai risultati delle sperimentazioni. La forza delle raccomandazioni cliniche risultano così dall’integrazione di tre elementi:

  1. il grado di evidenza scientifica derivante da una revisione sistematica di trials clinici;

  2. la soglia in cui in benefici dell’intervento superano i rischi (effetti collaterali e costi);

  3. la stima dell’impatto clinico degli effetti dell’intervento sul paziente individuale.

Una volta spiegato molto brevemente come funziona l'EBM, va sottolineato che ovviamente il metodo scientifico non è perfetto e la ricerca è in continua evoluzione per cui ciò che è valido oggi non è detto che lo sia anche domani. Essa può però progredire e superarsi ogni volta solo tramite le nuove scoperte che vengono fatte grazie agli studi scientifici.


L'importanza di conoscere queste informazioni per l'utente è indubbiamente utile al fine di saper identificare le fake news di cui è stracolma la rete.


BIBLIOGRAFIA E SITOGRAFIA


  1. SackettDavid L, RosenbergWilliam M C, GrayJ A Muir, HaynesR Brian, RichardsonW Scott. Evidence based medicine: what it is and what it isn'tBMJ 1996; 312 :71

  2. Stavrou A, Challoumas D, Dimitrakakis G. Archibald Cochrane (1909-1988): the father of evidence-based medicine. Interact Cardiovasc Thorac Surg. 2014 Jan;18(1):121-4. doi: 10.1093/icvts/ivt451. Epub 2013 Oct 18. PMID: 24140816; PMCID: PMC3867052.

  3. Evidence-Based Medicine Working Group. Evidence-based medicine. A new approach to teaching the practice of medicine. JAMA. 1992 Nov 4;268(17):2420-5. doi: 10.1001/jama.1992.03490170092032. PMID: 1404801.

  4. https://pensiero.it/in-primo-piano/commenti/livelli-di-evidenza-scientifica-e-forza-delle-raccomandazioni-cliniche-dai-trials-alle-linee-guida

  5. https://www.gimbe.org/eb/definizione.html

#EvidenzaScientifica #PiramidedellEvidenza #EBM

20 visualizzazioni0 commenti